PEROTTI & C. s.r.l. - div. R.A.C.
RISOLUZIONE ALTERNATIVA delle CONTROVERSIE
Organismo di Mediazione e Conciliazione
Decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28 (G.U. n. 53), così come modificato
dall’art. 84 della Legge 09.08.2013 n. 98,
nonchè dal D.M. 139/2014 (G.U. n. 221 del 23.09.2014)
Ministero della Giustizia R.O.M. n.748
Home Chi siamo Cos'è la mediazione Richiedi una mediazione Tirocinio I Nostri Mediatori Contatti


La mediazione

Cos'è la mediazione?

La mediazione è l’attività professionale svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di unaccordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.

Come si inizia un procedimento di mediazione?

La mediazione si introduce con una semplice domanda all’Organismo di Mediazione e Conciliazione, contenente l’indicazione dell’Organismo investito, delle Parti, dell’oggetto della pretesa, delle relative ragioni e del valore della controversia.

In sede di introduzione le parti possono scegliere liberamente a quale Organismo di Mediazione e Conciliazione rivolgersi e formulare l’istanza introduttiva.

In caso di più domande, la mediazione si svolgerà davanti all’organismo territorialmente competente presso cui è stata presentata e comunicata alla controparte la prima domanda.

Come si svolge un procedimento di mediazione?

Il procedimento di mediazione si svolge secondo il regolamento dell’organismo prescelto, che deve comunque garantire la riservatezza nonché la nomina di un mediatore imparziale ed idoneo allo svolgimento dell’incarico.

Nessuna dichiarazione o informazione data dalle parti nel procedimento di mediazione può essere utilizzata nell’eventuale successivo processo. Nessuna dichiarazione o informazione data da una parte solo al mediatore può essere rivelata alla controparte, e ogni violazione viene sanzionata. Tutte le informazioni riservate sono in ogni caso inutilizzabili in ogni successivo ed eventuale processo.

L’accordo raggiunto con la collaborazione del mediatore e dei legali delle parti è omologato dal giudice e diventa esecutivo. Nel caso di mancato accordo il mediatore può fare una proposta di risoluzione della lite che le parti restano libere di accettare o meno.

Agevolazioni fiscali.

Alle parti che corrispondono l'indennità ai soggetti abilitati a svolgere il procedimento di mediazione presso gli organismi è riconosciuto dallo Stato, in caso di successo della mediazione, un credito d'imposta fino a concorrenza di 500 euro.

In caso di insuccesso della mediazione, il credito d'imposta è comunque ottenibile ancorché ridotto della metà. Il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro sino alla concorrenza del valore della controversia di 50.000 euro.



Società partner dell'Accademia Nazionale del Diritto - Roma

Perotti & C. S.r.l. - via Peano 11 - 10129 - Torino - tel +39 011 505990 - P.I. 07685310018
Privacy Policy